La comunità di Crypto si rallegra perché il presidente della SEC fa un passo indietro

Gli investitori di Cryptocurrency hanno criticato la leadership di Clayton per la sua mancanza di regole chiare.

  • Il presidente della SEC Jay Claton si dimetterà dalla sua carica entro la fine del 2020.
  • Secondo gli esperti, l’uscita di Clayton è una buona notizia per chi non vede l’ora di un Bitcoin ETF.

Jay Clayton, l’attuale presidente della Securities and Exchange Commission (SEC), ha annunciato che si dimetterà dalla sua carica entro la fine del 2020. Durante il suo mandato, Clayton ha bloccato tutte le proposte per un ETF Bitcoin e si è chiesto se gettoni come XRP siano effettivamente dei titoli.

Il ruolo di Clayton nel regolamento dei crittografi

Clayton ha assunto la presidenza della SEC nel bel mezzo della famigerata bolla di criptaggio del 2017. Durante questo periodo, è diventato rapidamente il centro dell’attenzione dopo aver detto agli imprenditori che „le offerte iniziali di monete – che rappresentino o meno offerte di titoli – possono essere modi efficaci per gli imprenditori e per altri di raccogliere fondi“.

Nella stessa dichiarazione, ha anche ricordato alla comunità dei crittografi che:

„Un cambiamento nella struttura di un’offerta di titoli non cambia il punto fondamentale che quando un titolo viene offerto, le nostre leggi sui titoli devono essere seguite“.

Ha dimostrato il suo punto di vista conducendo indagini sulle ICO, alla ricerca di potenziali violazioni di tali leggi sui titoli. Sempre durante il mandato di Clayton, la SEC ha lanciato lo Strategic Hub for Innovation and Financial Technology (FinHub) per aiutare gli stakeholder del mercato a comprendere meglio il funzionamento di queste leggi nel contesto di un ICO.

SEC: XRP la Sicurezza

Anche se Clayton è stato uno dei primi grandi regolatori a parlare su crypto, la comunità ha criticato il presidente per la sua mancanza di precisione.

La mancanza di una chiara legge sulla tassonomia della crittografia ha scatenato numerosi dibattiti sulla questione se le valute crittografiche come l’XRP siano titoli. Nonostante le richieste degli investitori di annunciare una sentenza sull’XRP, Clayton si è rifiutato di fare una dichiarazione formale come osservato in questo video.

Un’altra disputa sulla leadership di Clayton riguardava il Bitcoin ETF. Sotto la presidenza di Clayton, la Commissione ha finora respinto tutte le proposte. Secondo gli esperti, l’uscita di Clayton è una buona notizia per chi non vede l’ora di avere un Bitcoin ETF.

Nel complesso, il presidente della SEC è una delle posizioni più critiche degli Stati Uniti quando si tratta di regolamentazione della crittografia. La sostituzione di Clayton avrà un impatto enorme sull’industria per quanto riguarda l’approvazione dell’ETF e un’ulteriore trasparenza su un’ampia gamma di questioni per gli anni a venire.